History
Icon-add-to-playlist Icon-download Icon-drawer-up
Share this ... ×
...
By ...
Embed:
Copy
Podcast LUNA ASCENDENTE Concorso Internazionale Altino 2016
Clean
September 28, 2016 01:39 AM PDT
itunes pic

I componimenti pervenuti alla Terza edizione del Concorso internazionale di Poesia di Altino hanno fatto emergere le varie sfaccettature della parola “Cieli”, pregna di significati e allusioni simboliche: il cielo come luogo dei ricordi del sentimento per chi non c’è più (Lamanna), un cielo avvolgente che invita alla preghiera (Mazzon), un cielo culla di speranza (Nardin), mappa d’astri e pianeti (Pecchiari) ma anche muto testimone di guerre (Monari) e del tragico destino dei migranti (Gaiani). Un cielo, in fine, scenario della creazione (Serino) e della nostra origine, terra celeste in cui affondano le radici della nostra stirpe, come ad unire in circolo la parola chiave di questa edizione del premio con quelle delle due edizioni precedenti (radici, origine). Stili ed atmosfere eterogenee, a partire dal bel quadro della pittrice messicana Adriana Rivera che ha aperto il bando di partecipazione: un cielo d’astri (sole e luna), esseri angelicati ma anche colombe di pace in questo momento storico in cui molti, tra i poeti partecipanti, hanno sentito la necessità di esprimersi in merito ai conflitti mondiali che devastano la terra. Nonostante la tematica apparentemente più “eterea” i versi che sono giunti al concorso a partecipazione gratuita organizzato dalla Carta di Altino con la collaborazione di Noi del Progetto 7LUNE, si sono invece sviluppati in direzioni distinte e complementari, confluendo nella scelta, ad opera della giuria, di questi 7 magnifici testi che sono rappresentativi di centinaia di opere pervenute, da cui sono stati selezionati i migliori componimenti per essere appesi come fiori poetici ai carpini verdeggianti sotto al sole – e all’azzurro cielo- di Altino.

Nella copertina di questo numero: dipinto della pittrice messicana Adriana Rivera. Per conoscere altre sue opere e contattare l’artista https://www.facebook.com/adriana.rivera.9699

La musica nel podcast è del musicista costaricano Mauricio Gutiérrez Ventura.

Podcast Quattordicesimo Numero Plaquette 7LUNE
Clean
August 27, 2016 05:57 AM PDT
itunes pic

L’intensità della diatriba religiosa permea le pagine di questa nuova plaquette offerta dall’Associazione Culturale Progetto 7LUNE: fin dalla conturbante immagine di copertina, opera dell’artista messicana Elena Petrini in cui una religiosa (Sor Juana?) si specchia o si toglie/mette una maschera, sotto lo sguardo silenzioso della luna. Il rapporto col divino è il filo di Arianna che ci conduce alla scoperta di 7 diversi ed appassionanti nuovi autori: un Dio silenzioso (Cote) o incosciente (Figueroa), l’Onnipotente figura del perdono (Quero) che dona riposo eterno, o idolo da invocare di fronte alle fatiche della vita (Ramírez Berrocal), ma anche ultima roccia a cui afferrarsi (Solís) prima della discesa agli inferi. Eppure questi versi non parlano solo del rapporto col Padre supremo, si rapportano anche a personaggi biblici come Giuda (Gutiérrez) o si mettono in antitesi con la figura della Vergine Maria (Rodas) in un volutamente dissacrante urlo femminista. Punti di vista dissimili ed eterogenei proprio per fungere da detonante e spunto a nuove riflessioni su una tematica così controversa eppur ineludibile.

Nella copertina di questo numero: opera della pittrice messicana Elena Petrini. Il quadro s’intitola "A la memoria de mi padre, hijo y esposo" [Monja negra con niño Dios] ed è un olio su tela della grandezza di 40x60 cm eseguito nel 2013. Per visionare altre opere di Elena Petrini potete cliccare su www.elenapietrini.wix.com/arte

La musica nel podcast è del musicista onduregno Victor Emilio.

Podcast LUNA NUOVA Plaquette Monografica Costa Rica 2016
Clean
July 26, 2016 06:39 AM PDT
itunes pic

La poesia del Costa Rica viene introdotta già dalla copertina di questa plaquette (Muñoz) come una vibrante sintesi tra tradizione ed innovazione: il carretto trainato dai buoi, tipico souvenir “tico” ed elemento consueto del paesaggio rurale, viene presentato dalla pittrice con colori intensi che focalizzano l’attenzione sulle corna-luna dell’animale che osserva enigmatico lo spettatore.

Il lettore che si accosterà ai versi contenuti in questa plaquette troverà il dolce sapore della quotidianità (Arce), accenni di sensualità orientale (Bonilla Picado), elegie eteree (Díaz Chavarría), acute costruzioni cerebrali piene di sentimento (Roque), disperate grida d’angoscia (Salaverry Pardo), dichiarate fragilità che sono invece ironico scudo (Sancho) e appassionati versi d’amore (Zavala). Una splendida selezione che ci ha offerto la poeta costaricana ed editrice Teresita Aguilar Mirambell, curatrice di questa uscita.

Nella copertina di questo numero: opera dell’artista costaricana María Lidia Muñoz.

La musica nel podcast è di Edín Solís, musicista costaricano.

Podcast Tredicesimo Numero Plaquette 7LUNE
Clean
June 26, 2016 07:26 AM PDT
itunes pic

Un aroma, che si diffonde fin dalle fresche angurie dell’opera di Aida Emart della copertina, pervade questa plaquette dedicata al colorato e saporito cibo ispanoamericano visto dagli autori inclusi: cibo di carta (Botelho Mauri), unico capace di sfamare il poeta, appassionato e cultore di rime e sapori (Long-Ohni), avido, perfido (Maldonado) ed abile descrittore di piatti tradizionali (Martínez), casalinghi (Mora Mora), per noi particolari ed esotici (Socorro Sirvent) ma comunque piatti che ricordano il sopraggiungere delle stagioni (Vera Guerra) e si configurano non solo come cibo che riconforta le viscere, ma anche l’anima. Se da un lato i manicaretti menzionati sono descritti nella loro gustosa e saporita presenza, dall’altro diventano metafora del calore domestico, ricordo di nonne e tradizioni, momento poetico assoluto in cui adagiare le nostre radici.
Nella copertina di questo numero: acrilico su tela (80 x 60 cm) della pittrice messicana Aida Emart, intitolato “Maternidad con luna”. Per maggiori informazioni riguardo la sua opera: http://aidaemart.com.mx/
La musica nel podcast è dell’artista messicano Luis de la Torre.

www.progetto7lune.it
info7lune@gmail.com

Podcast Dodicesimo Numero Plaquette 7LUNE
Clean
February 26, 2016 03:53 AM PST
itunes pic

Dalla copertina di questo numero la luna risplende ingabbiata come un passero su di un roseo tramonto in cui i colibrí volano liberi e una donna affida al vento il suo mistero. L’enigmatico dipinto di Rebeca Alcantara ci conduce a scoprire i versi che contiene questa nuova plaquette 7LUNE che hanno come filo conduttore un riferimento al mondo dei volatili, una rappresentazione del loro fugace movimento (Jaramillo) o alla loro simbolica funerea presenza (Tentoni). Si tratta di uccelli-metafore, ingabbiati nella boca dell’uomo (Alt), sfamati dall’amore di una donna (Zanches), emblemi da un lato della divinità (Solórzano Alfaro) e dall’altro della cieca volontà dell’uomo (Martínez). Meravigliose creature della natura, questi uccelli divengono portavoce del grido zittito nella gola dell’uomo (Valle) che si fa promotore della leggerezza del loro volo anche in questi tempi cupi.

Podcast PLENILUNIO Plaquette Monografica Amilcar Colocho 2016
Clean
January 27, 2016 10:53 AM PST
itunes pic

Amilcar Colocho è un altro giovane poeta guerrillero che vi presentiamo, dopo la plaquette dell’anno scorso dedicata a Leyla Quintana. Anche Amilcar, amante della letteratura e studente di agronomia, assassinato in giovane età, a 25 anni, combattendo sul vulcano di San Salvador nel 1990. Ha lasciato in questo mondo una bellissima bambina e molti versi sparsi che oggi abbiamo selezionato e tradotto per darvene un assaggio, con la speranza di poter al più presto realizzare una antologia su carta, in cui raccogliere i preziosi versi di tutta una generazione di grandi poeti salvadoregni che scrivevano poesia dalla trincea.
Le poesie che presentiamo in questa plaquette, intrise di passione civile, amore sensuale, persino umorismo e struggente malinconia, sono testimoni di una vocazione autentica, intensa, che chissà quali frutti avrebbe potuto dare se la sua vita non fosse stata troncata così presto.
Ad illustrare la plaquette su Amilcar Colocho, una copertina con un significativo ritratto del poeta, realizzato appositamente per noi dal pittore messicano David Ríos Reyes, autore anche delle opere che accompagnano i versi del poeta salvadoregno.

Nella copertina di questo numero, acquarello di David Ríos Reyes, artista messicano autore anche delle opere all’interno di questa plaquette, diplomato in Artes Visuales all’Università di Guadalajara, ha partecipato a quindici mostre collettive. Offre laboratori di pittura ed incisione dedicandosi alla docenza presso l’Università Cuauhtémoc, Messico.

La musica nel podcast è del musicista salvadoregno Oscar Sandoval.

Podcast Undicesimo Numero Plaquette 7LUNE
Clean
December 24, 2015 03:32 AM PST
itunes pic

Un bouquet di fiori dal profumo intenso e pervasivo affiora da questa nuova plaquette che, già dalla sensuale copertina di Guadalupe Delgado, presenta testi e immagini relative alla simbologia floreale. Le calle della purezza invitano, dal quadro dell’artista messicana, ad una meditazione solitaria dei versi antologizzati che trovano nel fiore consolazione e solllievo ad una vita di stenti (Cana), emblema della condizione del poeta che aspira alla comunione (Carbone) e che s’identifica con la precarietà della vita vegetale (Garrigoz). Fiori di ogni tipo vengono rappresentati come grida di sensibilità al vento (Cortés Gutiérrez) o simbolo del sopraggiungere della fase in cui anche la vita avvizzisce (Leon), o al contrario benedizione di colore che piove dall’alto (Matul) o persino veicolo privilegiato d’amore (Suárez). Girasoli, rose, calle a cui anche i nostri occhi europei sono abituati, ma anche la lussureggiante vegetazione centroamericana o i solitari fiori della pampa argentina parlano dalle pagine di questa plaquette facendoci sentire in comunione con la grande Madre Natura che ci accoglie e ci preserva, e che anche noi dobbiamo accogliere e preservare. Un invito che, dalla nostra neo-nata associazione culturale Progetto 7LUNE ci sentiamo di fare nostro e diffondere, attraverso queste poesie scelte e tradotte per voi.

Nella copertina di questo numero: opera della pittrice messicana Guadalupe Delgado. L’artista ha partecipato a varie mostre tra cui “La mujer en el arte” con la fondazione Artistas Plásticos y Visuales de la Republica Mexicana A.C.
Si possono vedere altre sue opere su: https://www.facebook.com/guadalupe.delgadogarcia.90

La musica nel podcast è dell’artista messicano Luis de la Torre.

Podcast LUNA ROSSA Haiku 2015
Clean
November 29, 2015 11:21 PM PST
itunes pic

L’arte dell’haiku? Sapere senza sapere, raccontare poche sillabe, silenziare il resto. É l’incontro perfetto tra immagine, vita e fugacità. Sintesi poetica come nessun’altra, un buon haiku va ben oltre la classica metrica di 5-7-5 sillabe. Infatti, molti dei migliori haiku dell’antico Giappone o del mondo moderno non rispettano strettamente questa regola. E dunque, dove risiede la sua essenza? Un buon haiku non può permettersi di essere ridondante, spiegare o entrare nel dettaglio. L’immagine, la pura esperienza d’essere e lo stare in contatto con l’istante, devono già dire tutto. La sua concisione ci porta a suggerire più di quanto diciamo, rendendo l’ascoltatore o il lettore i giudici finali di ciò che dice la poesia. I migliori testi di questo genere acquisiranno perciò tanti significati quante persone si avvicinino loro. L’haiku è entrato nella lingua spagnola attraverso un poeta messicano, José Juan Tablada. Octavio Paz e Jorge Luis Borges, tra altri grandi, hanno lasciato pagine brillanti firmate coi loro nomi. Tuttavia, lo sviluppo di questo tipo di poesia (a livello di produzione, editoria, critica, studio) è piuttosto scarso in Ispanoamerica, soprattutto se paragonato alla produzione in altre lingue. Tuttavia, gioielli occulti restano assopiti in vari angoli della regione. Siamo orgogliosi di presentarvi ventuno esempi provenienti da nove paesi del continente, nei quali questo squisito genere è stato compreso (vissuto) e che ci fanno capire che la storia dell’haiku ispanoamericano è appena cominciata.

Nella copertina di questo numero: opera dell’artista Nery Muñoz López residente a Tapachula, in Chiapas, da 7 anni espone in tutto il Messico e si dedica a promuovere l’arte sia in villaggi isolati che in mostre internazionali. Si dedica inoltre all’utilizzo artistico di materiali riciclati, come nell’opera di questa copertina che è dipinta su di un disco di vinile. É inoltre docente ed animatore di un gruppo di bambini di strada e migranti.

La musica nel podcast è del musicista messicano Carlos Parada.

Podcast Decimo Numero Plaquette 7LUNE
Clean
October 25, 2015 10:55 AM PDT
itunes pic

Una luna urbana (Chaves Corea) sovrasta gli alti edifici che come zeppi alveari contengono un’umanità brulicante e disperata, fatta di mendicanti e sgualdrine (Chichisque), donne innamorate che intravedono nei viali della città l’uomo che le ha abbandonate (Gómez de Lara), hotel circondati da bestie fameliche (González). La città ritratta in questi versi è però anche teatro d’amore (Gris) fra due vicini, i ricordi d’autunno in una Madrid dorata (Gumucio Dagrón), la nostalgia della pioggia cittadina (Munguía) e le macerie di un passato d’instabilità tra i resti di supermercati sopravvissuti al terremoto (Osuna). Vi offriamo un tour in 7 eterogenei aspetti di come una città, interiore o esteriore, può diventare l’habitat della bestia umana, dei suoi timori e dei suoi desideri.

Nella copertina di questo numero: dipinto di Dennis Chaves Corea, pittore nicaraguense trasferitosi in Costa Rica in tenera età, autodidatta. Si dedica principalmente alla pittura ad olio e nel 2009 ha esposto nella mostra del concorso “Nuestras construcciones patrimoniales 2009”. Ha esposto inoltre nella Casa De Cultura Alfredo González Flores e nell’Instituto México di San José.

La musica nel podcast è del musicista costaricano Mauricio Gutiérrez Ventura.

In questo numero:
VIOLETA CHICHISQUE (El Salvador), MARÍA GÓMEZ DE LARA (Colombia), LISANDRO GONZÁLEZ (Argentina), CELESTE ALBA GRIS (Messico), ALFONSO GUMUCIO DAGRÓN (Bolivia), ELVIN MUNGUIA (Honduras), WILLIAM OSUNA (Venezuela).

Podcast LUNA ASCENDENTE Plaquette monografica Concorso internazionale "Altino" 2015
Clean
September 27, 2015 07:56 AM PDT
itunes pic

I componimenti pervenuti alla Seconda edizione del Concorso internazionale di Poesia Altino hanno fatto emergere le varie sfaccettature di questa, parola pregna di significati e allusioni simboliche: origine nel grembo umano con la nascita di un bimbo, l'origine dell'universo, della vita nel caotico Big Bang iniziale, ma anche l’origine del male, della colpa nel “peccato originale”. L’origine è un fulcro, un nodo focale rappreso di senso, ma origine è anche un marchingegno alchemico, un detonatore che innesca la vita.
Origine è uno spazio, rinserrato, da cui esplode, in potenza, la forza creatrice che diviene vita, parola e arte. Origine come punto iniziale, dunque, da cui si dirama l’energia vitale di un progetto, di una creatura, di un patto che giunge ben oltre gli angusti limiti del fare umano. Ve lo proponiamo come un inizio –un’iniziazione- un percorso a zig zag tra i testi vincitori di questa Seconda Edizione del Concorso internazionale di Poesia Altino 2015.

Next Page